4 novembre 2016
4 Novembre 2016,
 Off

Crederci sempre, arrendersi mai. La partita di Barletta non avrà portato punti, ma, certamente, ha regalato al Catania Calcio a 5 qualche consapevolezza in più. I rossazzurri hanno capito che lottando dal primo all’ultimo minuto possono giocarsela con chiunque: è proprio da qui che Catania vuole e deve ripartite. Alle porte la sfida contro Matera: senza giri di parole, una partita che non si può sbagliare. Guai, però, a sottovalutare l’avversario o a pensare di aver già vinto senza nemmeno giocare. Il pallone è rotondo e in campo può succedere di tutto. Ma Catania deve vincere: per muovere la classifica e, soprattutto, per abbandonare l’ultimo posto in classifica.

“La gara dell’infrasettimanale – spiega Marcelo Lombardi, centrale del Catania Calcio a 5 – ha lasciato molti aspetti positivi e il risultato è certamente bugiardo. Proprio per questo non ci siamo fatti abbattere e, in settimana, il mister ci ha fatto lavorare nuovamente al mare, sulla spiaggia. Ci stiamo allenando tutti i giorni con doppia seduta: siamo molto concentrati e questo è certamente un fattore positivo. E’ ovvio che siamo ancora in attesa di poter schierare alcune pedine importanti, ma possiamo dire che dal punto di vista fisico abbiamo migliorato tanto. La partita contro Matera è una gara difficile, perché, al momento, loro sono avanti in classifica. Non dobbiamo pensare ai problemi degli avversari: dobbiamo giocare la partita della vita, a prescindere dall’avversario”.

La partita tra Catania e Matera si giocherà alle ore 16. La federazione, infatti, ha accettato la richiesta dei lucani di anticipare di un’ora il fischio d’inizio del match.