21 dicembre 2018
21 Dicembre 2018,
 Off

Educare, sensibilizzare e riflettere. Librino come sempre al centro dei progetti del Catania Futsal Club e pertanto teatro primario delle attività rossazzurre. Una mattinata intensa come poche quella di giovedì nella Sala Consiliare della Sesta Circoscrizione di Catania. Grazie anche alla partecipazione di Luigi Provini, rappresentante del movimento giovani di Diventerà Bellissima, e della Sesta Circoscrizione rappresentata dal presidente Alfio Allegra e i suoi consiglieri che hanno ospitato l’incontro tra sport, istituzioni, sociale e concrete testimonianze relativamente al tema del femminicidio, una occasione per produrre un moto aperto al cambiamento e alla diffusione di un disperato grido, quello di due madri, Giovanna Zizzo e Vera Squatrito – a cui va il più grande ringraziamento per esserci state -, che hanno perso le loro figlie strappate atrocemente alla vita e oggi lottano affinché leggi specifiche e interventi sociali concreti possano cambiare il destino di altre donne – ma non solo – e far vivere ancora chi fisicamente non è più tra noi. Più che una conferenza, un vero e proprio dialogo ha animato l’incontro tra la proprietà rappresentata da Antonio Marletta, il presidente Massimo Cascio Gioia, il direttore sportivo Nunzio Mannino, Maria Giovanna Poli, Seby Rapisarda, Simone Coco e Marco Marletta, oltre che la formazione Under 19 del Catania Futsal Club e gli ospiti citati sopra. Un momento di cui resta anche l’abbraccio dell’Under 19 rossazzurra, parte attiva della mattinata, a Giovanna e Vera. Una giornata fortemente voluta da Simone Coco e da tutto il sodalizio catanese. Un territorio, il Catania non si stancherà mai di ripeterlo, ricco di risorse e famelico di aiuto e sostegno. Un filo sottile ma indissolubile lega da sempre sport, istituzioni e sociale e da questo trittico si vuole ripartire per continuare, insieme, a lanciare messaggi di crescita, sviluppo all’insegna dell’umanità e del rispetto per il prossimo.

“Giovanna e Vera ci lasciano oggi dentro dei sentimenti che, se non avessimo sentito dal vivo le loro storie, forse non ci saremmo mai sognati di provare – ha detto il patron del Catania Futsal Club in rappresentanza della società – Siamo aperti e disponibili a dare sempre spazio ad eventi come questo, affinché possano diventare un volano che porti in futuro anche elementi di rilievo della rappresentanza politica del paese. Occorre dar voce a chi si spende per lanciare messaggi positivi alla nostra comunità, è uno dei nostri obblighi e dei nostri desideri più profondi”.