10 maggio 2019
10 Maggio 2019,
 Off

Una grande chiamata alla città e al quartiere Librino ha anticipato l’inizio della missione playout del Catania Futsal Club. Domani alle ore 16:00 comincia la battaglia sportiva contro Guardia Perticara e al PalaNitta è prevista la sfida di andata di questo fondamentale spareggio salvezza. Sono stati mesi di passione per la società rossazzurra, a cui non è bastata la regular season per mantenere il titolo della Serie B. Un campionato di profilo nazionale, da salvaguardare con le unghia e con i denti. Per questo motivo, al fianco della Sesta Circoscrizione di Catania e in particolare del presidente Alfio Allegra, il patron etneo Antonio Marletta in sinergia d’intenti col presidente del club Massimo Cascio Gioia, col direttore generale Nunzio Mannino hanno voluto chiamare il tifo a raccolta, per riempire gli spalti del Palazzetto, presentando la sfida.

Momento di condivisione e partecipazione col territorio, incontro ospitato dalla Sesta Circoscrizione che ha visto la partecipazione dei piccoli iscritti alla scuola calcio del Catania Futsal Club. Il padrone di casa, Alfio Allegra, ha ribadito con fermezza l’importanza di sostenere e salvaguardare il lavoro di una preziosa realtà sportiva rossazzurra che opera su Librino con efficacia e passione da quasi dieci anni.

“Non ci sono scuse – ha sentenziato Allegra, presidente della VI Circoscrizione -. Dobbiamo riempire il PalaNitta, ultimo baluardo sportivo e sociale del nostro martoriato territorio. Faremo anche più del passibile per permettere a questa straordinaria società di operare al meglio nella sua casa. Sostenere il Catania Futsal Club è un obbligo al quale nessuno deve sottrarsi. Si gioca una partita importante, dobbiamo tenerci stretta questa Serie B, patrimonio di Librino e di Catania tutta”.

Catania compatto e pronto a dare tutto in campo, pensiero rivolto al futuro senza dimenticare il passato. “Abbiamo lavorato tanto anche quest’anno, molte cose non sono andate come volevamo, altrimenti non saremmo stati qui a giocarci i playout – ammette il patron rossazzurro Antonio Marletta -. Comunque siamo qui, e chiediamo, come qualche anno fa quando ci giocavamo l’accesso alla Serie A1, sostegno incondizionato alla nostra gente, alla nostra famiglia, a Librino e alla città di essere con noi domani, sostenere la nostra giovanissima squadra. Una squadra che in prospettiva può vantare tantissimi profili interessanti. Ancoriamoci a questa sfida, difendiamo il nostro PalaNitta e spingiamo la squadra. Dopo questo evento ci saranno altre battaglie anche fuori dal campo da portare avanti”.

Una stagione in cui è stato determinante il lavoro certosimo portato avanti dal direttore generale Nunzio Mannino, sempre attento alle vicende della Prima Squadra e impegnato con l’Under 19 nel portare avanti quella che è stata un’annata memorabile nel campionato Juniores. “La squadra sta bene – ha dichiarato il direttore Mannino -. Ci si sta caricando in vista del primo round, bisognerà far bene sia in casa che fuori. Stiamo cercando di recuperare qualche giocatore che non è stato al massimo in questi giorni ma contiamo di poter far bene. Anche io invito tutta la gente, tutti i tifosi, a sostenerci”.

A rappresentare la squadra, il baby fenomeno Anthony Isgrò, arrivato in terra etnea da Palermo e diventato subito un idolo dei tifosi e un compagno fidato per ogni singolo elemento della squadra. Per lui, da sedicenne, l’emozione dell’esordio in Serie B condito anche da qualche gol messo a referto. “Siamo consapevoli di avere una grande responsabilità – esordisce il giovane calciatore del Catania Futsal -, ma siamo pronti a trasformarla in carica positiva. Per noi è importante poter contare su un pubblico importante e speriamo che questo ci spingerà oltre l’ostacolo. Siamo carichi!”

Appuntamento dunque al PalaNitta, sabato 11 maggio alle ore 16:00 per trascinare il Catania verso la permanenza in cadetteria.