5 gennaio 2019
5 Gennaio 2019,
 Off

Un tempo giocato alla grande in quel di Palermo non è bastato per portare a casa punti. I rossazzurri, decimati da squalifiche ed infortuni cadono per 7-0 al termine di una gara segnata anche da un atteggiamento eccessivamente aggressivo da parte dei padroni di casa, un comportamento ravvisato dalla società etnea e culminato nel fallo plateale sul giovane Isgrò a palla lontana. Il campo racconta comunque di un Catania volitivo e in palla nella prima frazione, chiusa sull’1-0 su rigore per i padroni di casa. Una sfida fino a quel momento tutto sommato equilibrata, che ha preso una scia ben precisa nel secondo, dopo la rete del 3-0. La scelta di giocare col portiere di movimento ha concesso inevitabilmente spazi concessi agli avversari che hanno saputo approfittare della situazione. Il finale, largo, è eccessivo se si tiene conto della prestazione dei primi 20 minuti. Nonostante il risultato, la prova offerta dai giovani calciatori rossazzurri lascia ben sperare per i prossimi impegni partendo dalla sfida all’Agriplus Mascalucia, sempre in trasferta, la prossima settimana. Una settimana che vedrà il rientro di Giardinaro dalla squalifica e il probabile, definitivo recupero di uno dei leader indiscussi della squadra, Marco Marletta, pronto dopo un lunghissimo stop ad esordine in questa stagione.