24 febbraio 2019
24 Febbraio 2019,
 Off

Il percorso di formazione, crescita ed imposizione dei giovani del Catania Futsal Club continua mandando in archivio un altro weekend di gare.

In Serie B va registrata l’amara sconfitta rimediata dai rossazzurri sul campo della Polisportiva Futura penultima in classifica. In terra calabrese, gli etnei sciupano nei primi minuti non trovando il tap-in sotto porta e subiscono in ripartenza il gol che spiana la strada ai padroni di casa, anche con la complicità della dea bendata, visti gli infortuni capitati a due elementi di valore del roster come Musumeci e Rinaudo costretti ai box già dalle prime battute di gara. Saltati gli equilibri, persi due perni del gioco, la presa sul match scema e i padroni di casa riescono a produrre un vantaggio rassicurante. Avanti di quattro lunghezze al termine della prima frazione, la Pol. Futura gestisce nella seconda metà subendo in alcuni tratti il ritorno rossazzurro che vale tre segnature, e potevano essere di più se la sfortuna non avesse ancora lasciato il segno negli ultimi istanti della sfida. Il punteggio finale è di 8-3, di Marletta (doppietta) e del giovane Tomasello, al primo gol nel campionato cadetto, le marcature ospiti. Gara da dimenticare in fretta, distanza di sicurezza ridotta a quattro punti rispetto al penultimo posto che varrebbe i playout. I 13 punti conquistati, a sei gare dalla chiusura delle ostilità sono un bottino da tenersi stretto e da rimpinguare con intelligenza e sagacia nei prossimi turni. Un plauso importante i giovani rossazzurri lo meritano tutto per il grande impegno, l’abnegazione  e la voglia dimostrata di settimana in settimana.

Molti dei giovani protagonisti in Serie B, scendono in campo anche con l’Under 19 che in casa, al PalaNitta, contro i rivali del Real Parco vince per 18-0. Al di là del punteggio, ciò che sul parquet ha lasciato il segno è la rabbia e la grinta messa in campo, segno di motivazioni e attaccamento alla maglia basilari per costruire un futuro vincente in tutto e per tutto. Per quanto concerne il tabellino: 4 reti per Mohammed, Isgrò, D’Anna e Mirone, 2 per Vitale.