19 novembre 2016
19 Novembre 2016,
 Off

Svolta rimandata, così come l’appuntamento con i primi punti in trasferta. Un Catania troppo brutto per essere vero si ferma ad Eboli, ma questa volta non dal punto di vista letterario, ma reale. Nessuno in casa rossazzurra vuole cercare alibi, ma è chiaro che le numerose assenze e la totale mancanza di cambi, hanno condizionato la trasferta di Eboli e il 7 a 1 finale è solo il frutto delle difficoltà che Lombardi e compagni hanno dovuto affrontare durante la settimana e nella gara giocata in Campania. Catania ha provato a giocarsela, ma quando poi la partita era totalmente compromessa, i rossazzurri hanno cominciato a pensare alla prossima gara casalinga contro Bisceglie.

Tornando alla gara, basta una veloce analisi per capire che assenze e stanchezza hanno influito sul risultato. Nel primo tempo, infatti, Catania ha retto o, comunque, ha provato a giocarsela, se è vero che il parziale si è concluso solo 2 a 0 per i padroni di casa grazie alle reti di Duarte.

Nella ripresa Eboli ha dilagato, segnando gol a raffica, mentre il Catania è crollato sia dal punto di vista fisico che da quello psicologico. Moraes, ammonito, è uscito per evitare ulteriori problemi in vista della gara di sabato prossimo al Palanitta. A rendere meno amara la sconfitta, nei minuti finali, il rigore realizzato da Jorge da Costa. Il classico gol della bandiera

“Nonostante fossimo, in pratica, in 4, siamo riusciti a sopportare il primo tempo – dichiara Marcelo Lombardi – anzi la squadra ha espresso un buon gioco. Nella ripresa siamo crollati dinanzi ad una squadra costruita per vincere il campionato. Il nostro obiettivo è la salvezza che dobbiamo giocarci anche in partite come quella di sabato prossimo. In questi casi è meglio non rischiare di perdere altri giocatori per cartellini o infortuni. Archiviamo questa trasferta e pensiamo subito alla prossima gara, però voglio fare i complimenti a Simone Scarcella, un giovanissimo che ha dimostrato di poter dare un contributo importante alla causa”.

FELDI EBOLI-CATANIA 7-1 (2-0 p.t.)
FELDI EBOLI:
Gilli, Bertoni, Duarte, Bebetinho, Borsato, Graziano, Frosolone, Arteiro, Moccaldi, Caponigro, Nigro, Sinno. All. Oranges

CATANIA: Dalcin, Da Costa, Buscemi, Moraes, Lombardi, Scarcella, Tagliaverga, Rodolico, Di Franco, Siracusa, Bruca, Capizzi. All. Grasso

MARCATORI: 1′ e 8′ p.t. Duarte (E), 2′ s.t. aut. Lombardi (C), 3′ Borsato (E), 3’30” Bebetinho (E), 10′ Nigro (E), 11′ Borsato (E), 15′ rig. Da Costa (C)

AMMONITI: Leonardo (C), Buscemi (C)

ARBITRI: Raffaele Ricci (Foggia), Luca Micheli (Frosinone) CRONO: Michela Iannone (Nocera Inferiore)