2 agosto 2018
2 agosto 2018,
 Off

Il comune intento di portare sempre più in alto il nome di Catania in ambito sportivo ma anche, con orgoglio, in quello sociale valorizzando i quartieri periferici della città come Librino e riportando ai principi sani e genuini ragazzi costretti ad una vita di strada; la voglia condivisa di essere grandi partendo dalle fondamenta, da un progetto serio e vincente che faccia riferimento ai giovani talenti catanesi da educare al nobile mondo del futsal anche grazie al contributo di veterani del mestiere. Da questi basilari pilastri si è potuto procedere all’unificazione del Catania Calcio a 5 e dello Sporting Catania per dar vita al Catania Futsal Club. Missione dunque chiara: identificarsi ancora in città come un caposaldo, una certezza e un punto di riferimento per chi ama il Calcio a 5 o più semplicemente sposa un programma mirato al sociale oltre che al prestigio in ambito futsal.

Come detto i valori di partenza sono gli stessi che hanno distinto il lavoro negli anni delle due società oggi diventate un’unica forza che si augura di portare al Palanitta un’intera città, pronta a tifare per i colori storici, il rosso e l’azzurro, i propri piccoli e grandi campioni. Nell’unione ci si sente più forti, più preparati a vedere crescere esponenzialmente una creatura già di per sé grande. Ci si sente pronti a fare passi più lunghi, a guardare più in là con la certezza di poter seminare bene sul territorio. Un territorio che come sempre sarà la linfa vitale che muove proprietà, società, dirigenza e squadra. Come sempre, più che mai.