3 novembre 2018
3 novembre 2018,
 Off

Vittoria doveva essere, vittoria è stata. Il Catania Futsal Club supera per 3-1 la Polisportiva Futura in una gara vivace, non per deboli di cuore. Al PalaNitta, rossazzurri chiamati ad una prova importante per mettersi alle spalle le sconfitte maturate contro Polistena, Assoporto Melilli e Real Parco, tre compagini forti affrontate in rapida successione. La Polisportiva Futura punta sui giovani, ragazzi di qualità capaci di correre senza tregua per tutto l’arco di una partita.

La sfida è subito caldissima, nelle prime fasi di studio poche occasioni ambo i lati prima che Catania innesti la marcia veloce e arrivino i due gol di Milio, bravo a trafiggere il portiere avversario con un gran fendente, e Di Mauro che sfrutta un buco centrale della difesa della squadra di Reggio Calabria per infilare il raddoppio con freddezza. Quella del numero 9 etneo è una ottima prestazione a prescindere dal gol: il ragazzo si mette in gioco al servizio della squadra dispensando soluzioni efficaci anche in Bene Di Mauro, ma è il collettivo a girare forte, guidato dal rigore e dalla saggezza tattica di Sachet e Pagnussatt, capaci di annullare le scorribande della Polisportiva Futura con facilità. Da registrare qualche buona parata di Pacini su sporadiche sortite offensive dei calabri. La ripresa sembra poter seguire lo stesso leit motiv, ma a sorpresa, gli ospiti riescono a riaprirla sfruttando un infortunio difensivo di Pagnussatt che sbaglia un passaggio favorendo l’inserimento di un avversario, Vergine, che infila l’incolpevole Pacini fino a quel momento invalicabile. La sfida si accende, le occasioni su entrambi i fronti adesso si susseguono in un ritmo vertiginoso, incontrollabile. Sale in cattedra Gaetano Musumeci, ogni azione passa dal giovane rossazzurro che a poco più di tre minuti dal termine della partita sbroglia la matassa per i suoi chiudendola: fa tutto da solo, prende palla sull’esterno, si accentra e conclude imparabilmente mettendo il sigillo alla sfida. Niente da fare per la Polisportiva Futura che ci prova anche col portiere di movimento. Nel finale, da segnalare l’infortunio capitato a Pacini, costretto ad uscire, forse per uno stiramento. Prende il suo posto Macaluso che si disimpegna bene nel finale.

Finisce così, con la vittoria che Catania voleva per scrollarsi di dosso il peso delle ultime tre giornate perse, un match difficile ma affrontato con la giusta umiltà e determinazione da vendere.

“La squadra sta crescendo di settimana in settimana – ha ammesso a fine gara Sachet, uno dei leader del gruppo -. Dovevamo riscattarci in casa e così è stato. Siamo una squadra nuova, con una società nuova, nata da una fusione: dobbiamo tutti calarci in questa realtà e continuando su questa strada faremo bene, non ho dubbi. Sono felice di essere qui, seminando bene possiamo più in là raccogliere i frutti sia a livello di risultati che di gioco espresso in campo”.