IMG_3396
18 novembre 2017
18 novembre 2017,
 Off

Delusione e rabbia. Arriva un’altra sconfitta per il Catania calcio a 5 contro il Real Rogit per 5 a 1. Poco da dire: solita partita difficile condizionata dai numerosi errori rossazzurri e, soprattutto, dall’atavica sterilità sotto porta. Se a questo si aggiungono una serie di cervellotiche decisioni arbitrali, il dado è tratto e la sesta sconfitta consecutiva è servita.

LA PARTITA. L’equilibrio iniziale è rotto dalla rete degli ospiti, servito su un piatto d’argento da un errore della difesa rossazzurra. Da Silva è bravo a segnare superando anche il portiere Di Franco. La partita diventa nervosa e gli animi si surriscaldano, Iozzino prende un giallo per un brutto fallo su Marletta. Gli ospiti, poi, vanno vicino al raddoppio con Da Silva che su punizione colpisce la traversa, mentre Muraca, dall’altra parte, calcia debolmente un pallone d’oro. Ci prova anche Lombardi, su calcio di punizione, ma il pallone finisce fuori di poco.

Catania ci prova con i mezzi che ha a disposizione, ma può far poco. Il Real Rogit, forte del vantaggio, può permettersi di attendere e colpisce ancora. In rete questa volta va Gustavo con la complicità della difesa. Una rete che fa male a Catania che si lascia andare e subisce ancora un’altra rete: Cividini porta i calabresi sul 3 a 0. Una punizione troppo grande per Catania che, comunque, fino a quel momento non aveva giocato una brutta partita.

In avvio di ripresa ci prova Marco Marletta, ma il portiere para agevolmente: Catania però prova a dare segnali di ripresa, ma in avanti si concretizza davvero poco. Si sveglia anche Etò, almeno apparentemente, e tenta l’azione personale che, però, si conclude sul palo. Lo spagnolo ci ritenta ancora con un’azione personale, questa volta lo ferma il portiere Soso. Il numero 17, però, viene espulso per doppia ammozione per un fallo visto solo dall’arbitro. Con l’uomo in più arriva anche il quarto gol degli ospiti: segna ancora Da Silva, sfruttando una respinta corta di Di Franco. Gli arbitri perdono totalmente il controllo della gara: viene espulso anche Iozzino per doppia ammonizione. Con l’uomo in più Campos schiera anche il portiere di movimento e arriva il gol dell’1 a 4: rete pregevole firmata dal capitano Marletta. La Real Rogit commette il sesto fallo e Marletta può calciare un libero, ma Soso respinge con un piede. Il portiere ospite è il vero protagonista del finale di gara, in cui ferma tutte le sortite offensive rossazzurre, prima del gol di Cividini che, in pratica, chiude la partita. Catania continua a subire troppo e segnare poco. Mieli sbaglia un altro tiro libero, poi è Marletta, dopo aver rubato un pallone, a non riuscire a segnare chiuso dall’uscita del portiere.

TABELLINO

Catania: 5 D’Anna,  8 Lombardi, 10 Mieli, 11 Nizza, 13 Bruca, 14 Tomasello, 15 Muraca, 17 Etò, 23 Marletta, 27 Capizzi, 29 Di Franco. All. Campos

Real Rogit: 1 Soso, 2 Iozzino, 3 Cividini, 4 Campana, 6 Pedro, 7 Jaquier Gustavo, 8 Cofone, 10 Da Silva, 12 Milito, 16 Galati, 20 Limina, 30 Bracci. All. Tuoto

Marcatori: 16’ pt Da Silva, 7 Gustavo, Cividini 5, Da Silva, Cividini

Espulso: Etò, Iozzino

Ammoniti: Iozzino, Pedro, Etò, Lombardi, Soso