14 dicembre 2017
14 dicembre 2017,
 Off

Si può solo dimenticare, guardare avanti, rimboccarsi le maniche e vincere l’ultima partita prima di una lunghissima pausa natalizia. Si perché dopo la gara di sabato alle 16 al PalaNitta contro Melilli il campionato di Serie B si fermerà fino al 6 gennaio, ma Catania in quel caso dovrà osservare il turno di riposo. In sostanza i rossazzurri di Carlos Campos torneranno in campo il 20 di gennaio in casa contro Paola. Non serve la calcolatrice per capire che la gara contro Melilli non può essere in nessun modo sbagliata, soprattutto dopo la sconfitta di Regalbuto che brucia come conferma il centrale Roberto Tomasello: “Non mi sento di dire che abbiamo giocato una brutta partita, certo non è stata ottima, ma credo che siano stati gli episodi a penalizzarci e a fare in modo che la gara non andasse nel modo in cui l’avevamo programmata in settimana”.

E della partita, ma soprattutto degli errori ha parlato, e non poco, con i suoi ragazzi mister Campos. “Già nel primo allenamento dopo la partita di Regalbuto – spiega Tomasello – abbiamo subito analizzato gli errori e su quello abbiamo impostato il lavoro della settimana, anche perché sabato prossimo ci aspetta la partita contro Melilli, un test decisamente impegnativo”.

Una gara che si può guardare sotto diverse prospettive, dipende da ambizioni e obiettivi. Se Catania vuole puntare in alto, vuole provare a risalire la classifica, allora deve pensare alla sfida contro Melilli come ad uno scontro diretto per il playoff. Le basi ci sono, bisogna esserne convinti. “Siamo una squadra – continua Tomasello – che può fare di più rispetto a quanto visto fin ora. Dobbiamo solo lavorare cercando di mettere in campo quello che vuole il mister, sono sicuro che alla fine i risultati arriveranno”.

Roberto Tomasello è anche uno dei punti fermi dell’under 19 guidata da Donato Bosco che domenica, nell’ultima giornata prima della pausa, affronterà la corazzata Maritime: “Con l’under 19 – conclude Tomasello – stiamo facendo bene e certamente molto meglio dell’anno scorso. Partita dopo partita acquisiamo sicurezza e come nel caso della prima squadra, possiamo solo migliorare”.